Topic:
20 Aprile 2022

Don Benzi ci svela il suo Rosario

Una guida alla recita del Rosario, con i suggerimenti di don Oreste Benzi per vivere in profondità questa forma di preghiera ricca di "misteri"
Don Benzi ci svela il suo Rosario
Una nuova edizione economica e tascabile consente di pregare il Rosario seguendo i suggerimenti del sacerdote dalla tonaca lisa, che di rosari ne recitava due al giorno
Il Rosario è la forma di preghiera popolare più diffusa. Utilizzato quotidianamente da moltissime persone, sia individualmente che in gruppo, raggiunge particolari livelli di adesione in occasione di situazioni difficili, quando le risorse a disposizione dell’uomo sembrano non essere sufficienti e allora viene naturale invocare l’intervento della Madre celeste a cui, nella narrazione evangelica, Gesù in croce ha affidato l’umanità. Come avvenne il 19 febbraio 2020 quando, all’inizio della pandemia da Coronavirus di fronte alla quale la medicina sembrava impotente, 4 milioni di persone parteciparono al Rosario collettivo organizzato dalla Conferenza Episcopale Italiana e trasmesso in diretta da TV2000 con uno share del 12,8%. E come avviene anche in questo periodo in cui in molte parrocchie e diocesi si invoca l'intercessione di "Maria regina della pace" per far cessare la guerra in Ucraina.

Una preghiera ricca di misteri

Con la sua struttura semplice, le formule ripetitive recitate a memoria, potrebbe essere liquidato come una preghiera banale, superficiale, ma se così fosse non si spiegherebbe perché la storia della Chiesa sia così ricca di santi, mistici e pontefici che hanno utilizzato il Rosario come forma di preghiera prediletta.
Tra questi c’è don Oreste Benzi, che di Rosari ne recitava addirittura due al giorno. Maria, per don Benzi, era «la via breve per arrivare a Gesù», e il Rosario una sorta di percorso in cui la Madre accompagna i suoi figli spirituali a contemplare i venti misteri attraverso i quali «entriamo nella conoscenza della vita di Gesù che è vivo oggi come ieri, come sarà sempre, poiché Cristo essendo risorto non muore più».

Le litanie proposte da don Oreste

Quando nel 2005 come casa editrice dei periodici Sempre e Pane Quotidiano decidemmo con lui di iniziare a pubblicare libri, ci venne naturale partire da un testo in cui don Oreste potesse trasmettere a tutti questa sua passione per il Rosario e il suo particolare modo di viverlo.
È così che nacque Il sì di Maria, e ora questa nuova pubblicazione in formato tascabile ed economico: Il Rosario con don Oreste Benzi.
L’impronta del sacerdote dalla tonaca lisa la si trova non solo nel capitolo introduttivo in cui spiega perché questa preghiera è così importante, ma anche nella scelta dei brani di Vangelo abbinati ai misteri (aggiornati ora con la nuova traduzione CEI), nelle meditazioni che li accompagnano ed infine nelle stesse litanie, che don Oreste ci dettò non solo attingendo a quelle classiche che recitava fin da piccolo ma aggiungendo quelle con cui era solito affidare alla protezione di Maria le persone più fragili ed emarginate (Madre dei poveri, Madre degli oppressi …).

Un benessere anche fisico

Con don Oreste il Rosario diventa un percorso contemplativo del mistero cristiano che produce un benessere profondo, una «osmosi spirituale con ripercussioni anche sul nostro corpo» ­ – come spiega lui stesso – in cui «cediamo il peccato che è in noi e assorbiamo la vita di Cristo».

Da oggi Il Rosario con don Oreste Benzi è disponibile nelle librerie fisiche e on line.
È possibile inoltre chiedere il libro direttamente alla casa editrice presso lo shop.apg23.org oppure contattandola via email (semprecommunity@apg23.org), telefono (0442 25132) o whatsapp (345 7691614). Sono previsti sconti per acquisti oltre le 10 copie.