Topic:
24 Giugno 2020

Veneto. Legge quadro sulla famiglia

Dopo 27 anni di attesa, il Forum delle Associazioni Familiari festeggia un importante traguardo
Approvata all'unanimità nella seconda seduta del Consiglio post lockdown. Ora bisogna renderla operativa al più presto
Venerdì 19 giugno scorso si è tenuto in diretta online un incontro di presentazione della neo-approvata Legge Regionale sulla Famiglia e la Natalità del Veneto, alla presenza dell'assessore Manuela Lanzarin, del presidente del Forum Veneto Marco Scarmagnani e di Francesco Gallo.

Una Legge unitaria, votata all'unanimità

In Veneto c'erano tanti provvedimenti ma mancava un quadro organico all'interno del quale potessero convergere tutti gli interventi per la famiglia
La locandina dell'Evento Online promosso dal Forum Veneto
e la natalità. In questi termini l'Assessore ai Servizi Sociali Manuela Lanzarin ha illustrato il percorso che ha portato alla Legge quadro in una diretta organizzata dal Forum Veneto delle Associazioni Familiari.
Il primo elemento evidenziato è stato il lavoro di concertazione e di condivisione con il tessuto sociale, con le associazioni ed in particolare con il Forum.
«Ho trovato un terreno fertile» ha affermato l'assessore.
La Legge è stata approvata all'unanimità nel secondo Consiglio in presenza dopo il lockdown.
Un segnale che la famiglia non è stata presa in ostaggio da uno schieramento politico ma - finalmente, si spera - è stata considerata un patrimonio e una risorsa per tutti.

A chi vanno i fondi stanziati

La Legge Regionale 20 del 28/05/2020 verte su un piano triennale con uno stanziamento di quasi 10 milioni di euro che andranno a finanziare - tra le altre cose - il sostegno alle famiglie numerose, monoparentali, un assegno prenatale e l'accesso ai servizi educativi.
È toccato a Francesco Gallo, che è stato anello di congiunzione tra gli aspetti tecnici e le istanze delle associazioni, descrivere sommariamente i contenuti della Legge. A partire dai primi articoli che definiscono gli obiettivi della legge, focalizzano l'attenzione alla natalità, descrivono l'azione programmatica e ribadiscono il principio della sussidiarietà. Le Politiche Familiari vengono differenziate dalle Politiche Sociali e la famiglia viene considerata un produttore di risorse per la comunità. All'Art. 5 è «istituita la cabina di regia per la famiglia al fine di agevolare i territori al monitoraggio, alla verifica e alla valutazione degli effetti prodotti dagli interventi previsti dal programma triennale degli interventi». A questa cabina parteciperanno anche 2 rappresentanti dell'ANCI e 5 «degli organismi di rappresentanza delle famiglie del territorio regionale», quindi chi sul territorio si occupa di famiglia.

Sostegno alle famiglie fragili

All'Art. 6 si parla di benefici per il nascituro che vengono dettagliati negli articoli successivi, focalizzati sul sostegno alla natalità.
Gli articoli dal 10 al 13 sono dedicati agli interventi nei confronti delle famiglie che presentano elementi di fragilità: orfani, famiglie monoparentali in difficoltà economica, parti trigemellari e famiglie numerose.
L'Art. 15 tutela la bigenitorialità.

Un punto di arrivo ma anche una partenza

Marco Scarmagnani
Foto di Emanuele Zamboni
Marco Scarmagnani
, presidente del Forum Veneto delle Associazioni Familiari ha espresso apprezzamento per il traguardo raggiunto dopo 27 anni di attesa. In particolare ha sottolineato 3 motivi per cui il Forum si ritiene soddisfatto:
  • per l'importante segnale culturale di mettere la famiglia al centro
  • perché si danno risorse alle famiglia non in ottica di assistenzialismo ma di investimento sul futuro
  • per il riconoscimento del capitale sociale prodotto dalle reti di famiglie
Tuttavia - ha sottolineato Scarmagnani- il traguardo raggiunto non è solo un punto di arrivo ma anche un punto di partenza per dare concretezza alla Legge.
Invito accolto dall'assessore Lanzarin che si è impegnata a dare avvio alla cabina di regia già nelle prossime settimane.