Topic:
27 Marzo 2021
Ultima modifica: 7 Aprile 2021 ore 10:47

Mi è venuta la voglia di fare un figlio!

Grande successo del Festival della vita nascente
Foto di 460273
Nomi di spicco dal mondo dello spettacolo, delle istituzioni e dell'associazionismo in diretta web a sostegno di una proposta: istituire una Giornata dedicata alla vita nascente. Già 5 le proposte di legge.
«È stato un successo!» afferma senza esitazione Andrea Mazzi, modenese, coordinatore del progetto del Festival della Vita Nascente.
«Tra Youtube e FaceBook - continua - hanno partecipato più di 600 persone contemporaneamente. E, mi dicono, sono numeri soddisfacenti per una diretta».
Complessivamente, guardando il video dell'evento che ancora si trova al sito ufficiale www.giornatavitanascente.org, i ritorni dei partecipanti, i commenti, sono stati molto positivi e soprattutto «nessuna critica, nonostante l'argomento delicato».

La vita comunicata con efficacia

Andrea Mazzi
«Siamo riusciti a comunicare bene» continua Mazzi. E cita l'intervento di Giancarlo Blangiardo, Presidente Istat, che ha definito  "scioccante" il 2020, con i 404mila bambini nati in Italia, un nuovo record di denatalità, e ha sottolineato quanto è importante correre ai ripari
Commovente anche la testimonianza di Pupi Avati «Eravamo arrivati da poco a Roma dopo due disastri di film, avevamo già due bambini ed eravamo in ristrettezze economiche. Quando abbiamo scoperto che mia moglie era incinta del terzo, siamo stati tentati di rifiutare questa vita. La mattina in cui ero riuscito a rimediare i soldi che servivano per "liberarsi" di questo nostro figlio, siamo usciti, col cappotto, nell'ascensore ci siamo guardati negli occhi, lei si è messa a piangere e ci siamo abbracciati. Io ho messo questi soldi nelle mani della donna che ci avrebbe accompagnato, le ho detto "va bene così" e siamo rientrati in casa. Adesso abbiamo questo terzo figlio che è un genio, che ci sta dando delle soddisfazioni enormi. E potevamo perderlo».
«Guardando questo festival mi è venuto voglia di fare un figlio» ha scritto una partecipante nei commenti, cui hanno fatto eco altri entusiasmi. La bellezza della vita è contagiosa.

E adesso?

«Adesso bisogna battere il ferro finché è caldo, insistere: il gruppo di circa 40 associazioni che si è creato spingerà per l’istituzione della giornata per vita nascente, come già accade in altri 11 paesi del mondo» spiega Mazzi che da decenni si occupa di questo tema in seno alla Comunità Papa Giovanni XXIII; e per l'Editore Sempre autore del libro Indesiderate. Storie di ordinarie discriminazioni di donne e bambini in una società abortista.

Il Festival della Vita Nascente infatti è nato da una proposta lanciata nel 2019 da Giovanni Paolo Ramonda, responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII e  prende le mosse dalla città di Modena, dove fin dal 2006 si svolge l’annuale fiaccolata ecumenica per la vita nascente ideata dal fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII, Don Oreste Benzi. Da quella proposta è nata una rete di associazioni, recentemente arrivate ad essere una quarantina, che ha progettato e costruito insieme l’iniziativa.

Lo scopo dell'iniziativa

Scopo dell’iniziativa è stato quello di diffondere insieme un messaggio di attenzione verso alcuni temi quali il rilancio della natalità, la valorizzazione della maternità, l’attenzione per la vita nascente, il rispetto verso la vita fragile. «Un momento di sensibilizzazione per raccontare la bellezza e la preziosità e il valore di ogni vita che viene al mondo. Un'occasione per richiamare l'importanza di rilanciare la natalità nel nostro Paese ma anche per raccontare la preziosità del mestiere di padre e di madre».
 

Il programma

Il 27 marzo, dalle 14:30 alle 17:30 dal sito dedicato www.giornatavitanascente.org e sulle pagine Facebook delle associazioni aderenti, è andato in onda il Festival. 
"Per ogni persona esiste un progetto di vita che inizia dal concepimento", avevano scritto gli organizzatori.
Una festa con musica, interviste, storie, approfondimenti per raccontare lo spettacolo della vita.
E così, mentre in tutto il mondo occidentale imperversa l’inverno demografico, le culle sono vuote, e l’Italia è penultima nella classifica europea della natalità, il Festival nazionale per la Giornata della Vita Nascente ha fatto riscoprire la bellezza della vita, della genitorialità e della natalità.
Una legislazione a favore della famiglia e della maternità infatti non è sufficiente se non è accompagnata da un lavoro culturale che ricordi a tutti che il sorriso di un bambino illumina il futuro e lo carica di speranza.
«Abbiamo scelto di comune accordo con tutte le associazioni - conclude Mazzi - di non puntare sulla denuncia di quello che non va, ma sui valori e il senso positivo della vita nascente. Per invertire la rotta della denatalità servono sì aiuti, ma anche segnali culturali».

Ecco il video dell'evento



Per rivedere l'evento e le novità ci si può collegare al sito ufficiale www.giornatavitanascente.org