11 Ottobre 2019

Vangelo di domenica 20 ottobre: Luca 18, 1-8

È necessario pregare sempre, senza stancarsi. Tante volte Dio sembra non ascoltare il giusto che lo supplica. In realtà Dio ascolta sempre.
Foto di Pexels
Vangelo della domenica: meditiamolo insieme grazie al commento di don Oreste Benzi
In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai: «In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”. 
Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”». 
E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?». 
Dal Vangelo di Luca (Lc 18, 1-8)      

Commento al Vangelo di domenica 20 ottobre 2019

La vedova non aveva altro mezzo per ottenere la giustizia che le spettava, al di fuori della supplica insistente al giudice. Altri, per ottenere il rispetto del loro diritto o perché fosse data loro ragione anche se avevano torto, ricorrevano alla corruzione. Quella vedova non aveva denaro o non voleva ricorrere alla corruzione perché le fosse fatta giustizia contro il suo avversario. Il giudice iniquo, che non voleva farle giustizia per favorire il potente avversario di lei, alla fine decide di assecondarla per non essere più importunato. La supplica continua aveva piegato il giudice. 
È necessario pregare sempre, senza stancarsi. Tante volte Dio sembra non ascoltare il giusto che lo supplica. In realtà Dio ascolta sempre, anche quando non concede subito. Le vie di Dio non sono le nostre vie, i suoi tempi non sono i nostri (Is 55,8). Dio esaudisce prontamente, al giusto momento, coloro che gridano giorno e notte verso di lui. 
La domanda: «Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?» è uno stimolo a perseverare nel legame con Dio (fede) anche quando questo legame richiede di portare la croce.

Leggi le letture e le meditazioni di ogni giorno su Pane Quotidiano