Topic:
10 Gennaio 2021

Vangelo 10 gennaio: «Tu sei il figlio mio, l'amato»

Noi siamo già in Dio e questa realtà si rivela fin da questa terra a noi, imperfettamente e incompletamente, e questa comunicazione di lui è il massimo bene dell'uomo.
Foto di Jercy Rhea Senecio
Vangelo della domenica: meditiamolo insieme grazie al commento di don Oreste Benzi
In quel tempo, Giovanni proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».
Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nàzaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, subito, uscendo dall’acqua, vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. E venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».
Dal Vangelo di Marco (Mc 1, 7-11)

Commento al Vangelo di domenica 10 gennaio 2021 

Gesù Cristo è il Figlio prediletto del Padre, è colui nel quale il Padre si è compiaciuto. Egli è uomo secondo la carne ma è Dio benedetto nei secoli. Quell'uomo è l'incarnazione di Dio, è Dio che si è incarnato. Noi non capiremo mai abbastanza la portata di queste parole. Dio ha unito intimamente a sé l'umanità, per cui Dio per sempre sarà anche uomo. Credo proprio di balbettare attorno a questo fatto grandioso che costituisce l'unica cosa da capire, l'unica realtà da amare e dalla quale prendono senso tutte le altre cose. Io, in questo momento, per mezzo dello Spirito, sono unito a Cristo che è il Figlio di Dio, che è Dio uguale al Padre. Io appartengo a lui, lui appartiene a me. Possa lo Spirito Santo farci penetrare in questa realtà.
Noi siamo già in Dio e questa realtà si rivela fin da questa terra a noi, imperfettamente e incompletamente, e questa comunicazione di lui è il massimo bene dell'uomo. Al di fuori di questa comunicazione di Dio tutto è vano!
 
Leggi le letture e le meditazioni di ogni giorno su Pane Quotidiano