Topic:
24 Novembre 2020
Ultima modifica: 24 Novembre 2020 ore 08:53

Litigare per i figli? Ma anche no

Genitori e false divergenze educative
Foto di georgerudy
Buongiorno dottore, siamo sposati da 10 anni e abbiamo due figli, un maschio e una femmina di 9 e 7 anni. La nostra famigliola era relativamente felice fino a quando i ragazzi hanno cominciato ad andare a scuola. Da allora è stata un’angoscia totale. Tutti i pomeriggi e i weekend sono passati a fare compiti e mi chiedo se è così alle elementari che cosa sarà quando faranno le superiori. Praticamente mia moglie è sempre a far compiti con loro e secondo me li soffoca. Litighiamo spesso per i figli. Non dico di fregarsene ma secondo me a volte dovremmo pur vivere. Poi secondo me se si arrangiano imparano meglio. Comunque il problema è che spesso ci vedono litigare. Consigli? Mario – Firenze
Caro Mario,
mi chiedi dei consigli per litigare e te li fornisco subito. Sono tre e estrema sintesi si esprimono così:
  1. Non vincere
  2. Definire un confine
  3. Tagliare corto
Capisco che elencati in modo così stringato sono incomprensibili, ma se ti interessa approfondire li trovi nel libro 3 regole per litigare.
Tuttavia il tuo breve messaggio ci permette di spendere qualche parola su questo “litigare per i figli”. Spesso i genitori si stupiscono quando non metto i figli tra i motivi per cui le coppie litigano. Perché? Perché penso che non si litiga “per i figli” ma che sia più corretto dire che a volte i figli diventano il terreno su cui si esprimono conflitti preesistenti.

Non schiacciate i figli con le vostre litigate

Non è solo un vezzo linguistico, ma un concetto da interiorizzare. Anche perché tutte le volte che i figli sentono o anche solo percepiscono che i genitori litigano “per loro” sono schiacciati da un peso insopportabile, che non è giusto che portino. Quando addirittura i genitori dicono che è “colpa” loro il turbamento che prova il figlio è straziante.
Prendiamo il vostro esempio: voi siete convinti di litigare per i compiti, ma in realtà state esprimendo una divergenza già preesistente in voi, magari sul tema della dipendenza e dell’autonomia. Vedrete che se litigate per questo motivo troverete in voi dei conflitti simili, che magari partono dal fidanzamento.

Il conflitto è già in voi, i figli sono solo una scusa

Magari lei è da sempre più propensa a legami di dipendenza e tu invece vuoi che nei rapporti si sviluppi l’autonomia. Magari già da fidanzati tu volevi i tuoi spazi e lei voleva vederti sempre. Magari quando vi siete sposati lei voleva vivere accanto ai sui genitori perché “vi davano la casa” e tu invece volevi pagarti un mutuo con sacrificio.
È importante che avvenga questa deviazione di significato tutte le volte che sembra che i figli siano la causa (o abbiano la colpa!) dei conflitti.

Prendetevi le vostre responsabilità

Questo vi aiuterà a prendervi maggiormente la responsabilità di quello che sta succedendo, e così sarà più facile prendere in considerazione delle strategie di negoziazione, perché in fondo sia aiutare che rendere autonomi sono posizioni sensate in una famiglia.
Allora, ricordate bene, non dite più che si litiga “per” i figli, ma piuttosto che si litiga “sui” figli. Così sarà più chiaro il peso che state dando loro, e sarete più solleciti a toglierlo.