Topic:
17 Luglio 2019

Mia cognata non mi parla

Problemi con la fidanzata del fratello di mio marito. Una lettrice di Sempre chiede come può agire
Foto di Antonioguillem - stock.adobe.com
Si parla molto di rapporti coniugali e di problemi con i figli. Ma la famiglia è un crocevia di relazioni, e a volte anche i parenti acquisiti possono creare scompiglio nei rapporti.

La famiglia è un crocevia di relazioni. Ci sono quelle strette strettissime, di sangue, che percepiamo a volte come pietre miliari di un destino immodificabile. Ci sono poi le relazioni che nascono dall’affetto, le relazioni orizzontali, di coppia, che scambiano amore e generatività nella famiglia. Ci sono poi incroci di relazioni che uniscono differenti rami di stirpi, come quella di Mariella  che ci ha scritto.

Cognata: come riallacciare i rapporti

«Buongiorno Marco, vorrei chiederle un parere riguardo ad una questione che da moltissimo tempo mi appesantisce e a cui non riesco a trovare soluzione. Ho 28 anni e sono sposata. Mio marito ha un fratello fidanzato da 10 anni con una ragazza sua coetanea. In questi anni mi sono integrata bene in famiglia, ma la relazione con la mia "futura cognata" (per brevità) rimane un punto dolente. In sei anni di conoscenza non mi ha mai rivolto la parola per prima, non mi ha mai chiesto nulla riguardo a questioni della mia vita o anche semplicemente come stavo. Da qualche tempo ho smesso di prendere iniziativa, stufa di questa mancanza di reciprocità. La madre e la sorella di mio marito gli hanno chiesto perché io "abbia smesso di parlare" e lui ha risposto con la verità. Ne ho parlato più volte e approfonditamente con lui ma giungiamo sempre ad un punto morto della discussione. Vorrei un consiglio su come comportarmi per smuovere la situazione, perché tengo ad avere un rapporto (non necessariamente ottimo) con una persona con cui probabilmente condividerò tanti altri momenti insieme».

La suocera si intromette

I piani si intersecano: una questione con una persona che non è legata né biologicamente né affettivamente, ma che diventa importante nell’equilibrio generale perché se ne occupa addirittura la futura suocera!
Credo che questa lettera sia importante soprattutto perché mette in luce l’importanza della gestione delle relazioni nella trama familiare, e il rischio che alcune relazioni non fluide influiscano negativamente nella relazione generale.

Prendi l'iniziativa e chiarisci

Per quanto riguarda la pratica, che cosa fare, penso che non siano necessarie molte azioni. Alcune cose dipendono da te, Mariella, altre no. C’è chi preferisce che siano sempre gli altri a prendere l’iniziativa. Non mi pare una cosa grave. Magari un po’ fastidiosa. Consiglio di alternare con molta semplicità momenti in cui prendi l’iniziativa a momenti in cui attendi. Puoi scegliere di parlare con l’interessata e chiedere spiegazioni, sempre con molto amore. Quando uso la parola "amore" non mi riferisco ad un sentimento smelenso, ma all'intenzionalità di agire il bene verso una persona.
In ogni caso cerca e cercate di evitare la fissazione su un singolo comportamento, valorizzando la fidanzata in questione per altre doti che sicuramente avrà. Un’altra cosa che potreste fare è chiedervi perché questo fatto, diventa così importante per te e per la famiglia. Ci sono altri problemi? Paure non dette? Cercate di chiarirvelo.