Topic:
10 Giugno 2020

Non desiderare?

Breve riflessione sulle tentazioni
Foto di Oleksandr Pyrohov
Sono disperato. 7 anni di fidanzamento idilliaco, mai un litigio. Ci siamo da subito sentiti diversi da tutti gli altri, diversi soprattutto dai nostri genitori entrambi separati. Ora è successa una cosa che faccio ancora fatica a capire. Un paio di mesi fa è entrata in negozio una ragazza e ho sentito un'attrazione irresistibile. Naturalmente l'ho detto alla mia fidanzata e questo mi ha dato un po' di sollievo, ci siamo sempre condivisi tutto. Però poi non riuscivo a smettere di pensarla e mi sono fatto dare il numero. Non ho fatto nulla con lei, ci siamo solo sentiti un paio di volte. Ma sono confuso. Amo la mia ragazza? O forse no? Cosa devo fare? Mi spiace mandare a monte tutto...

Cosa devo fare? La risposta all’ultima domanda è piuttosto semplice: butta via il numero di telefono di questa ragazza e interrompi la relazione che ti distoglie dalla tua. Questo vale per te e vale a maggior ragione per tutti gli sposi che si crogiolano in fantasie extraconiugali. Troncare: semplice, pulito, direi "maschile" e ti spiego perché. Evidentemente anche le donne hanno il senso della responsabilità, del dovere. Tuttavia penso che la virtù della perseveranza sia uno dei doni che il maschile è chiamato a riportare potentemente all'interno della relazione, affinché la coppia non stia solamente in un - pur bellissimo - registro sentimentale. Il femminile ha portato il sentimento, l'anima, la connessione profonda e armonica nella coppia, ma questo non deve adombrare gli aspetto di assunzione di responsabilità. Come nella vita, occorre essere sufficientemente teneri e accoglienti, ma anche forti e risoluti, altrimenti non si va da nessuna parte.
Tornando al tuo tema caro Andrea, è illusorio pensare di poter avere una vita di coppia senza tentazione. E allora tanto vale essere preparati. Però, siccome tu sei fidanzato e il fidanzamento è anche un momento di prova, di verifica del vostro volervi bene e anche dell’impegno che ci volete mettere, penso che questo evento che mi racconti possa diventare per te una grande occasione.

Che cosa significa amare?

Amo la mia ragazza? È una domanda posta in maniera poco chiara. Se amare significa avere lei come unico oggetto di desiderio, incondizionato… allora te lo puoi scordare. Se invece amare è fare una scelta quotidiana di orientare tutte le tue migliori energie verso di lei,allora ecco che tutto diventa un’affascinante sfida. Da quello che mi scrivi posso azzardare che molto probabilmente – proprio per le esperienze familiari deludenti che avete avuto – vi siete avvinghiati in un rapporto fusionale idealizzato, nel quale non c’era spazio per il dubbio, per la divergenza, per le normali incomprensioni dell’altro e di se stessi. Questo è il tuo momento della verità, ringrazierei la vita che te l’ha presentato ora. Questo è il momento per fare il salto di qualità. Tengo veramente a questa ragazza, a questa donna? Perché se sento di amarla quando va tutto bene e vivo come se fossimo in un’isola deserta, capirai che in fondo fai ben poca fatica. Come stai dimostrando il tuo amore?

La forza dell'amore

L’amore è un atto eroico, lo stesso papa Francesco scrive nell’Amoris Laetitia (n. 124) che necessita di una grande forza, che non è per i deboli. E allora – paradossalmente – proprio ora puoi dimostrare a te stesso e alla tua fidanzata che tu sei pronto a volgerti verso di lei e restare indifferente al canto delle sirene che ti girano e ti gireranno sempre intorno. Sei pronto? Vuoi far parte del club? Questa è l’iniziazione!