Topic:
13 Maggio 2021
Ultima modifica: 13 Maggio 2021 ore 08:57

Ballerina, esce al cinema!

Una denuncia contro i soprusi vissuti da una vittima del racket della prostituzione. Prima visione dell'ultimo cortometraggio del regista riminese Kristian Gianfreda al cinema nella sua città natale.
Da una storia vera. Nicoletta, morta perché non ha mai smesso di lottare per la sua libertà. Ma era sola!
Con la riapertura delle sale il cinema riparte e finalmente ci sarà la possibilità di vedere l’ultima opera di Kristian Gianfreda.
Dal 14 Maggio “Ballerina” sarà proiettato al Cinema Teatro Tiberio di Rimini in prima visione assoluta!
 
Il 14, il 15 e il 16 Maggio le proiezioni sono alle ore 15:30 e 19:00 presso il Cinema Teatro Tiberio, a Rimini, in via San Giuliano 16.
La proiezione precede un film lungometraggio: il 14 e il 15 "Nomadland" e il 16 "Minari".
L'acquisto del biglietto, che comprende entrambe le visioni, è online a questo link: https://www.cinematiberio.it/eventi/ballerina/
 
Ballerina è il cortometraggio prodotto da Coffee Time Film nel 2020 nato con l’obiettivo di denunciare la violenza e i soprusi subiti dalle vittime del racket della prostituzione. Si inserisce all’interno del Progetto nazionale di prevenzione e contrasto alla violenza intitolato Nemmeno un fiore! Stop alla violenza finanziato dal Dipartimento per le Pari opportunità della presidenza del Consiglio dei Ministri.

L'attrice Agnese Claisse nella locandina del film "Ballerina" di Kristian Gianfreda

Chi è Ballerina

Una bravissima Agnese Claisse intrepreta Nicoletta, la protagonista, nel suo viaggio interiore, al confine tra sogno e realtà, in cui ricordi del suo passato prendono vita.





Scrive il regista Gianfreda: «Nicoletta si prostituisce in strada e come decine di migliaia di ragazze in Europa ha un protettore che la sfrutta. Un autobus la raccoglie dopo l’ennesima violenza, è un viaggio verso il capolinea, l’ultimo della sua vita.
Con questo corto ho cercato di entrare nei pensieri e nei ricordi di una delle 200 ragazze prostituite ed uccise negli ultimi 20 anni solo in Italia. Ho preso spunto da una storia vera, la storia di Nicoletta, uccisa in strada nel 2017.
Le poche cose positive nella sua vita le aveva vissute negli anni passati dai nonni di campagna, poi l’inferno finito solo con la sua morte. Dunque la morte si connota di fatto come qualcosa di positivo, liberante. È chiaramente una denuncia, un grido di rabbia e di dolore.
Nicoletta è morta proprio perché non ha mai smesso di lottare, ma era sola, totalmente isolata, confinata in un ruolo che certo lei non aveva scelto.
Dieci anni fa feci un documentario andato in onda su rai 2, la storia di una ragazza rumena costretta a prostituirsi a 16 anni. Il finale era positivo, si era rifatta una vita. Dopo 10 anni però non è cambiato nulla per queste ragazze. Non si può tacere. Il traffico di esseri umani e lo sfruttamento sessuale non possono fare parte della nostra società.»

I premi di Ballerina

Finito di girare nel novembre del 2019 e in programmazione nella primavera del 2020, Ballerina ha dovuto posticipare l’uscita al cinema a causa del Covid 19.
Ma questo tempo di attesa non è andato per nulla sprecato: Ballerina ha partecipato a diversi Festival nazionali e internazionali aggiudicandosi il premio come miglior cortometraggio al Venezia Shorts Film festival (2020); al Shorts Awards Cannes (2020); al Around Films international Festival di Berlino (2020); al Socially Relevant Film Festival di New York (2021) e una menzione speciale al Toronto Shorts International Film Festival (2020) e all’Indie festival di Los Angeles (Novembre 2020).

Ballerina,  scheda del film
Regia di Kristian Gianfreda
Sceneggiatura di Kristian Gianfreda e Filippo Brambilla
Musiche di Daniele Torri
Cast: Agnese Claisse, Audrey Piffer, Caterina Gramaglia, Carlo Maria Rossi
Drammatico, Italia 2020
Durata 14 minuti
Produzione Coffee Time Film con il contributo del Ministero – Dipartimento per le Pari Opportunità
 
Biografia del regista
https://www.coffeetimefilm.it/kristian-gianfreda/