4 Ottobre 2019

Il condominio delle «Cose belle»

Inaugurato a Fossano il condominio solidale Divina provvidenza, una casa dove le fragilità trovano opportunità di riscatto
Foto di Federico Carle
Ramonda: «È elemento d'orgoglio aver realizzato un progetto così bello a ambizioso; ancor di più per la forte collaborazione con la Chiesa locale»
Fossano. Allegria, gioia e felicità. Parole belle, persone belle e “cose belle”. È questo il clima che si respira entrando nel Condomino solidale “Divina Provvidenza” di via Orfanotrofio che è stato inaugurato venerdì e sabato scorso con una due-giorni di festa in cui la città è entrata dentro alla struttura per uscire stupita dalla bontà di un percorso che offre opportunità e dà gambe ai tanti progetti sociali della Comunità Papa Giovanni XXIII e cooperativa Il Ramo che lo gestiscono.
L’Opera diocesana di Fossano si è fatta carico dell’intero piano di ristrutturazione dello stabile, che fino al 2017 ospitava l’ex Istituto Figlie della Divina Provvidenza. Oggi è vivo grazie alle storie fatte di persone, di bisogni e di sogni. Storie fatte di mani tese, di sbagli e di riscatti, di scarti solo apparenti e di sorrisi.

Festa con il film Solo Cose Belle

Condominio solidale proiezione film
Il regista Kristian Gianfreda durante la proiezione del film Solo cose belle, durante l'inaugurazione del condominio solidale a Fossano (CN)

«Ieri (venerdì 27 settembre, ndr), mentre guardavamo il film Solo cose belle qui all’aperto - dice sorridendo Maurizio Bergia, che con la moglie gestisce la casa famiglia al piano terra - alcuni ragazzi al primo piano in cucina hanno messo troppo olio in una padella e appoggiandola sul fuoco si è incendiato. È partito l’allarme antincendio in tutto lo stabile, durante il film… tutto sotto controllo però!». Così si vive in un condomino dove la reciprocità è di casa, dove il darsi una mano fa parte della filosofia del tutto e dove se anche qualcosa va storto: «Beh, non importa, perché insieme domani andrà meglio». «E tutto questo non vuol dire vivere ingenuamente, ma vivere per davvero», come dicono i protagonisti del film. Sì, perché il film Solo cose belle, è stato proiettato nel cortile del condomino venerdì sera grazie a Cinedehors, anticipato da una tavola rotonda alla presenza del regista Kristian Gianfreda e del responsabile generale della Comunità, Giovanni Paolo Ramonda, con la collaborazione del direttore de La Fedeltà, Walter Lamberti.

Un condominio solidale a Fossano

Un film che ha nel sottotitolo quel «Le cose belle prima si fanno e poi i pensano», che di per sé vale come un manifesto: «Un film che racconta come una casa famiglia possa plasmare una comunità ed essere plasmata da una comunità - ha detto Ramonda -. In cui la vita diventa vita perché mai piatta, perché vera. Con le sue difficoltà, con le sue debolezze e con le sue bellezze. È un elemento d’orgoglio per noi che in questa terra, la nostra, si sia realizzato un progetto così bello a ambizioso; ancor di più per la forte collaborazione con la Chiesa locale».

Nel condominio c'è anche una palestra

palestra del condominio solidale
Nel condominio solidale c'è anche una palestra, che sarà messa a disposizione delle associazioni del territorio

Sabato, i festeggiamenti sono continuati con il saluto delle autorità, anzi dei tanti amici che hanno voluto fare festa insieme ai codomini della “Divina provvidenza”. Poi, la visita allo stabile guidati da dei ciceroni-inquilini, davvero speciali. La nostra guida è stata Christian, che ci ha mostrato la grandezza dello stabile e del progetto sociale: cucina, palestra (sì, c’è anche una palestra che sarà condivisa con altre associazioni del territorio), spazi ricreativi e alloggi. Alcuni pensati per nuclei famigliari in difficoltà, altri per dare vita a progetto sul Dopo di noi (la vita in autonomia delle persone con disabilità dopo la morte dei genitori), altri ancora per esperienze di coabitazione giovanile solidale. Tante sfide e una sola casa, la casa di una comunità.