16 Luglio 2019

Superare i propri limiti per tuffarsi nell'Oceano, dal Corriere della Sera

All'avventura 9 ragazzi, 3 operatori della cooperativa sociale e 4 volontari
Foto di L'Eco Papa Giovanni XXIII
La vita nel centro diurno per le persone con disabilità è raccontata in un libro con taglio marinaresco; per alcuni dei protagonisti diventa un'estate unica all'insegna dell'avventura. Per riscoprire le autonomie di ciascuno.
Si chiama progetto Ocean: Da Carmignano in provincia di Padova fino alla Francia, per realizzare il sogno di vedere l'Oceano. Ecco il bellissimo articolo che oggi è sulla prima pagina del Corriere Della Sera.

Ascolta l'intervista di Radio InBlu.

Sono partiti l’8 luglio 2019 in camper da Carmignano di Brenta (PD), dove ha sede il centro diurno della loro cooperativa, e sono arrivati a Bordeaux, in Francia, per realizzare il loro sogno di vedere l’oceano. Un viaggio di 2400 km, raccontato in diretta sui canali social, e soprattutto nel diario di bordo. Ecco il bellissimo servizio di TV2000, rilanciato dal sito della Cei.

 

 
Una decina di persone con disabilità, accompagnate da volontari ed operatori, hanno poi seguito le vicende del Capitan Turchese Malasorte, il protagonista del romanzo che racconta in chiave ironica la vita quotidiana nel centro diurno. Il viaggio sarà all’insegna dell’avventura, con notti in tenda e canti al chiaro di luna. Il rientro a casa è previsto oggi 16 luglio.

Alla partenza oltre alle autorità, c'erano anche i bambini delle scuole hanno portato il loro augurio.

 


«Nel 1755 c’erano più di 500 navi corsare ormeggiate nel porto ’la Lune’ di Bordeaux. Per i nostri ragazzi il viaggio sarà una scoperta di autonomie nuove ed inaspettate, e l’incontro con un’altra cultura europea», ha spiegato oggi durante la conferenza stampa di presentazione Matteo Pilotto, operatore del centro diurno Vasi Di Creta e autore, insieme a Giacomo Simioni, del Capitan Turchese Malasorte. Nelle circa 300 pagine del libro una ciurma sgangherata fra mille pericoli ed avversità si impegna per portare giustizia e felicità sulla nave e sull’Oceano.
 



Il progetto “Ocean” è nato dal desiderio di alcuni ragazzi e operatori del Centro Diurno “Vasi di creta” di Carmignano di Brenta, della Cooperativa Sociale “L’Eco Papa Giovanni XXIII”, di compiere un viaggio avventuroso all’estero.
 
«Quando si sogna, si sogna in grande, non a metà, ci ha insegnato Don Oreste Benzi», spiega Zeudi Miotti, operatrice di Vasi di Creta: «Non tutti i ragazzi potranno partecipare, ma solo quelli in grado di reggere il viaggio. Ma gli altri saranno i protagonisti della messa in scena del libro, a teatro, il 2 e 4 luglio a Carmignano di Brenta e a Cittadella». 

3 ragazzi disabili psichici
Ragazzi della Cooperativa sociale L'Eco Rinascere di Carmignano di Brenta, in partenza per il viaggio verso l'Oceano
 
Matteo, Michele e Laura si sono preparati con qualche timore e molte aspettative al viaggio. «Tremare e agitarsi», ha scarabocchiato Laura su un foglio durante la conferenza stampa di presentazione del progetto. Laura trova parole per parlare solo quando è in auto, dunque per lei il viaggio diventerà per lei un'enorme occasione per raccontarsi.

disabili in camper
9 persone con disabilità in camper partiti da Carmignano di Brenta (PD) vogliono raggiungere l'oceano


Luca Rinaldi, responsabile di zona per la Comunità Papa Giovanni XXIII cui la cooperativa è affiliata, spiega la novità pedagogica proposta dal progetto: «Non sappiamo esattamente tutto quello che potrà accadere, perché i ragazzi saranno completamente diversi in viaggio. Il dormire in tenda, gli spazi stretti, costituiranno per tutti una novità. Porteranno questi ragazzi su cui nessuno scommetterebbe a sperimentarsi forse per la prima volta nelle proprie autonomie. Dovranno fare il letto e sistemare il sacco a pelo, aiutare a cucinare. Anche le loro famiglie spesso hanno bisogno di un accompagnamento al distacco, cosa non semplice nemmeno per i genitori». 

Tavola rotonda con i giornalisti
Nella Cooperativa l'Eco-Rinascere di Carmignano di Brenta viene presentato alla stampa il progetto Ocean: 9 ragazzi con disabilità raggiungeranno l'oceano.
 
Roberta Donà è intervenuta in conferenza stampa per portare il sostegno dell’Ulss 15: «Un’avventura unica, senza precedenti»; per il comune era è stata presenta la assessora alle politiche culturali Daniela Baldo.

 

Ma il viaggio non finirà con il ritorno dei “naviganti”: la conclusione ufficiale è prevista per il 3 dicembre 2019, con l’evento Io Valgo che sarà organizzato in occasione della giornata mondiale della disabilità.

Per sostenere il progetto la Cooperativa sociale ha avviato un progetto di crowdfunding: è possibile donare anche pochi euro per contribuire a pagare le spese vive.