Topic:
15 Maggio 2020

Famiglie italiane, forza insostituibile

Sono la roccia del tessuto sociale del nostro paese. Le istituzioni devono passare dal riconoscimento alle azioni di sostegno.
Il 15 maggio si è celebrata la Giornata internazionale della famiglia. Quest'anno in un clima davvero particolare: si sta esaurendo la portata della pandemia e le ombre per il futuro angosciano ora più del virus. De Palo ha espresso la preoccupazione delle famiglie per il Decreto Rilancio: «Non è a misura di famiglia». Il dibattito e lo streaming

Il 15 Maggio, in occasione della Giornata Internazionale della Famiglia, il Forum delle associazioni familiari ha organizzato un incontro online con i rappresentanti delle istituzioni, per fare il punto sullo stato delle famiglie al termine di oltre 2 mesi di lockdown.


Oltre al Presidente Nazionale, Gigi de Palo hanno partecipato Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato della Repubblica, il Card. Gualtiero Bassetti, Presidente della CEI - Conferenza Episcopale Italiana, e la prof. Elena Bonetti, Ministra per la famiglia.

Al dibattito politico è seguito un dibattito culturale con il prof. Giancarlo Blangiardo, Presidente di ISTAT, e Massimo Recalcati, uno dei principali psicoanalisti italiani.

La famiglia risolve problemi e fa da ammortizzatore sociale

«Il Forum ogni anno festeggia e celebra un momento di riflessione - ha dichiarato il presidente De Palo - che viene spesso quasi dimenticato e banalizzato non solo dai media ma anche dalle istituzioni. Quest'anno abbiamo visto che non c'era una grande organizzazione e - come siamo soliti - abbiamo fatto da pungolo con il mondo delle istituzioni».
«Mi aspetto - aveva comunicato all'indomani dell'evento - che emerga il fatto che senza le famiglie questa situazione che abbiamo vissuto non sarebbe stata vissuta in questo modo. C'è un valore aggiunto che le famiglie portano sulle loro spalle che è quello di fare da ammortizzatore sociale e da risolutore di problemi. Questo tante volte viene dato per scontato. L'auspicio è che si possa sottolineare il ruolo imprescindibile delle famiglie in Italia.»

Mancano troppi figli

Il professor Blangiardo (dal minuto 38 del video sopra), dati alla mano, ha tracciato una analisi molto preoccupante rispetto alla denatalità. In un quadro che vede l'Italia già da molti anni sotto il limite del ricambio generazionale, il 2020, complice anche il Covid, potrebbe essere l'anno in cui le nascite scendono sotto la soglia psicologica delle 400.000 unità. Soglia che l'ISTAT, nella peggiore delle ipotesi, aveva previsto sarebbe stata raggiunta solo nel 2032. Blangiardo, dopo aver paragonato la pandemia ad eventi simili come il disastro di Chernobyl ed il crollo del muro di Berlino, ha dichiarado che l'analisi non è fatta per deprimere ma che solo «dalla consapevolezza possiamo organizzarci e gestire il futuro».

Recalcati: le famiglie nel trauma dell'epidemia

«Le famiglie italiane - ha affermato Massimo Recalcati (minuto 62) - sono state la roccia che ha impedito che i più fragili precipitassero nel buio». La disponibilità dei genitori, la loro capacità di dimostrare ai figli la paura ma anche la volontà di investire nel futuro, l'"esserci" ma anche il "lasciar andare", sono e saranno le coordinate psicologiche che rendono i genitori in grado «di far esistere l'avvenire».

Il Decreto Rilancio e la delusione delle famiglie

Nei giorni precedenti si era molto parlato del Decreto Rilancio. Non era ancora finita la conferenza stampa del Presidente Conte che Gigi De Palo aveva lanciato un accorato appello manifestando la delusione delle famiglie per le misure previste.

Il momento della battaglia (istituzionale) e quello della celebrazione

Nonostante questa delusione, ha sottolineato più volte il Presidente De Palo nel corso della diretta, c'è un momento per sottolineare con forza, nelle dovute sedi, le istanze delle famiglie, e un momento nel quale le polemiche si devono placare per dare spazio alla celebrazione.
Questa è stata - in Italia - la giornata della famiglia 2020.